targa estera

Veicoli con targa estera: cambia il Codice della Strada

Dal 18 marzo tre mesi per reimmatricolarli

Con l’inizio del 2022 è cambiato nuovamente il Codice della Strada, questa volta in merito alla circolazione in Italia dei mezzi immatricolati nei paesi esteri. Il fine è quello di prevenire tutte quelle situazioni in cui una targa straniera viene utilizzata in Italia per assicurarsi vantaggi fiscali non dovuti (non pagando, ad esempio, l’IPT o il bollo auto).

Sostituendo di fatto la riforma del 2018 introdotta con i decreti Sicurezza, la nuova legge (art.2 Legge 23.12.2021, n.238) prevede che il proprietario di un veicolo con targa estera che abbia acquisito la residenza in Italia debba procedere alla reimmatricolazione del veicolo stesso entro tre mesi dall’acquisizione della residenza. Inoltre, stabilisce che un soggetto residente in Italia che circoli con un autoveicolo immatricolato all’estero senza esserne il proprietario debba tenere a bordo un documento sottoscritto dall’intestatario dal quale risulti il titolo e la durata della disponibilità del veicolo. Qualora la disponibilità superi i 30 giorni è necessaria la registrazione al PRA. Le nuove disposizioni entreranno in vigore dal prossimo 18 marzo.

Nel regime sanzionatorio, per chi non dovesse rispettare i tempi di reimmatricolazione sopracitati, sono previste multe che vanno da 400 a 1.600 euro, con ritiro del documento di circolazione.

Rimani aggiornato sui nuovi decreti per i trasporti

Il Codice della Strada subisce revisioni periodiche, soprattutto in ambito di trasporti e logistica aziendale. Per questo motivo, ti consigliamo di non perderti alcun aggiornamento per essere sempre informati. Noi di BLL Trasporti mettiamo a disposizione dei nostri clienti una sezione blog ricca di news e approfondimenti sul mondo delle spedizioni per strada. Siamo il partner affidabile per la tua organizzazione logistica, un corriere esperto e costantemente aggiornato su tutto ciò che serve sapere per quanto riguarda il trasporto di merci pericolose ADR, la schedulazione di ritiri e consegne in modalità Milk Run oppure la gestione delle pratiche doganali necessarie all’import/export.

Se hai domande sul nuovo decreto che regolamenta i veicoli con targa estera, contatta una delle nostre sedi a Reggio Emilia, Milano o Bologna. Un nostro operatore ti risponderà nel minor tempo possibile con tutte le informazioni che ti servono!